0

La ricetta:

per  6/7  polpette lunghe

150 gr di carne macinata a vostra scelta (mista bovino/suino oppure di pollo)

100 gr di ricotta fresca

100 gr di cavolo romano (verde) già lessato

50 gr di farina

100 gr di pangrattato

uno spicchio di aglio

mezza cipolla

una carota un rametto di rosmarino

sale e olio evo q.b.

NON LE SOLITE POLPETTE

POLPETTE LUNGHE DI CARNE RICOTTA E CAVOLO VERDE

0

 

Iniziate tritando la cipolla, la carota e l’aglio mettetele in una teglia antiaderente e fatele appassire con due cucchiai di acqua tiepida, oppure fate il classico soffritto con un filo di olio. Quando le verdure sono pronte aggiungete la carne macinata, potete usare un macinato misto di bovino e suino oppure di pollo se le preferite più leggere.

4

fate cuocere la carne per 10 minuti e poi passatela in una ciotola, aggiungete la farina, la ricotta il pangrattato e aggiustate di sale.

Unite anche il cavolo roano a piccoli pezzetti oppure lo potete anche frullare con un mixer se avete qualche bambino che magari non ama le verdure. Mescolate e d amalgamate il tutto. Deve risultare un impasto abbastanza consistente e non appiccicoso perchè poi dovrà rimanere in forma. Nel caso fosse troppo bagnato aggiungete mezzo cucchiaio di farina e mezzo di pangrattato oppure se fosse troppo denso aggiungete un cucchiaio di ricotta.

5 6 7 8

Ora prelevate una manciata di composto (circa 60/70 grammi) e schiacciate bene in modo da compattare l’impasto. Cercate di formare dei cilindri , come se fossero delle salsicce.

Quando avrete formato tutte le vostre polpette lunghe, scaldate una teglia antiaderente con un filo di olio e mezzo cucchiaio di acqua, aggiungete qualche rametto di rosmarino e i vostri cilindri di carne. Fateli rosolare per bene in tutti i lati, servitele calde.

Qui le varianti possono essere molte: al posto del cavolo verde potete mettere altre verdure come spinaci, zucchine, radicchio  ma anche patate. Se desiderate potete aggiungere un uovo per compattarle maggiormente e potete anche formarle su uno stecchino e farle diventare un simpatico finger food