1gnocchi di zucca con sugo allo speck e rosmarino

La ricetta:

Ingredienti per gli gnocchi:

800 gr di patate (peso crude e prima degli scarti, circa 1 kg)

600 gr di polpa di zucca romana ( peso cruda e prima degli scarti circa 900 gr)

farina 00 200 gr

fecola di patate 50 gr

3 cucchiai di formaggio grattugiato (grana  o parmiggiano)

sale q.b.

un pizzico di noce moscata.

Ingredienti per il sugo:

50 gr di speck

2 cucchiai di formaggio grattugiato

un rametto di rosmarino

un cucchiaio di olio extra vergine di oliva

2 cucchiai di panna da cucina

sale e pepe q.b.

 

 

GNOCCHI DI ZUCCA con sugo allo speck e rosmarino

GNOCCHI DI ZUCCA con sugo allo speck e rosmarino

Procedimento:

Tagliare a fette la zucca e togliere la scorza, metterla sulla placca del forno foderata con un foglio di carta forno cuocere a 160 gradi per 20/25 minuti con forno ventilato oppure 35 minuti con forno statico. Deve risultare morbida.

Cuocere le patate possibilmente al vapore o in acqua, anche queste devono essere ben cotte, provate la cottura: infilando uno stecchino di legno deve riuscire a penetrare senza fatica. Togliere la buccia alle patate e, fino a che sono ancora calde sia le patate che la zucca, schiacciatele con un pelapatate. Lasciate che si raffreddino  in frigo coperte fino a che non saranno ben fredde, potete prepararle la sera per usarle al mattino seguente. E’ importante che siano fredde perchè da calde assorbirebbero troppa farina e gli gnocchi risulterebbero duri.

Riprendete le due puree di patate e zucca, salate, aggiungete tre cucchiai di formaggio grattugiato, la noce moscata, le due farine setacciate insieme e amalgamate il tutto impastando con le mani.

Regolatevi un pochino con la quantità di farina perchè l’assorbimento dipende da quanta umidità sarà rimasta nella zucca e nelle patate, perciò aggiungetela poco per volta ed eventualmente mettetene un po’ meno o un po’ di più, deve risultare un impasto non appiccicoso e lavorabile, ma cercate di non metterne troppa altrimenti gli gnocchi risulteranno duri, se l’impasto dovesse essere troppo appiccicoso e poco lavorabile rimettetelo in frigo per 20 minuti. Una volta ottenuto un impasto liscio ed omogeneo, passate l’impasto su una spianatoia infarinata o sul piano di lavoro della cucina infarinato, procedete con il formare i classici rotolini da cui tagliere gli gnocchi.

Tenete gli gnocchi ben distanziati e infarinati per evitare che si incollino tra loro. Potete rigare gli gnocchi schiacciandoli con il pollice sui rebbi di una forchetta o utilizzando l’apposito attrezzino.

Ora gli gnocchi sono pronti e basta preparare il sugo, ricordatevi di infarinare gli gnocchi e di tenerli distanziati, se ne avete preparati troppi si conservano perfettamente in congelatore: mettete gli gnocchi che volete conservare, in un vassoio e metteteli in piano in congelatore dopo circa 30 minuti potrete raccoglierli dal vassoio e metterli in un sacchetto gelo.

Per il sugo:

Tritate molto finemente il rosmarino, mettete una teglia sopra alla pentola di acqua calda che userete per cuocere gli gnocchi, in pratica usate la teglia del sugo come se fosse il coperchio della pentola dell’acqua.

14 gnocchi di zucca rosmarino

 

 

 

 

 

 

Mettete un cucchiaio di olio nella teglia del sugo e aggiungete il rosmarino tritato, l’operazione di usare la teglia del sugo come coperchio per quella dell’acqua serve proprio per intiepidire l’olio che assorbirà il profumo del rosmarino senza bruciarlo e renderlo amaro. Intanto tagliate le fettine di speck a striscioline sottili e aggiungetele alla teglia del sugo.

Quando l’acqua bolle, togliete la pentola del sugo che intanto versate gli gnocchi nell’acqua bollente e salata, pochi per volta, aggiungete al sugo due cucchiai di panna da cucina, tre cucchiai di acqua di cottura degli gnocchi e una spolverata di pepe, mettete la teglia del sugo sul fuoco direttamente questa volta, per un paio di minuti con fuoco moderato. scolate gli gnocchi quando riaffioreranno e versateli nella teglia del sugo con il formaggio grattugiato. Servite caldissimi.

Il consiglio di Chiara: La ricetta non è complicata ma è un pochino lunga da eseguire , perciò vi consiglio di prepararne per almeno due volte e di conservarne un po’ in congelatore, vi garantisco che si conservano perfettamente e quando vi serviranno basterà tuffarli in acqua senza scongelarli.